I Troll nella Brodaglia Tutta Uguale delle Occasioni Perdute. 


Ho già detto di essere un Troll vero?
Ed anche di esserne orgoglioso vero?
Assodato che sia un Troll vediamo il resto.
La sensazione precisa e netta è che nel mondo politico siano tutti, ma veramente tutti uguali.
Movimento 5 Stelle compreso ovviamente.
Anzi proprio lui.
E sono stufo, veramente stufo di sentire sempre gli stessi discorsi e le stesse giustificazioni.
NON AVETE PERSO BEPPE?
Aspetta ripeto perché magari non mi sono spiegato bene.
NON AVETE PERSO BEPPE???
E' incredibile, ma veramente incredibile, vivono tutti nello stesso brodo, tutto uguale.
Non ha perso nessuno. Nessuno deve fare mea culpa. Rientra tutto nella normalità.
Le cose a dire il vero stanno diversamente, ma MOLTO diversamente.
Tutti, ma proprio tutti, hanno perso una marea di voti.
Magari percentualmente c'è chi ha avuto la maggioranza.
Ma rispetto ad un bacino di voti molto più ampio.
Se va a votare il sessanta per cento degli aventi diritto e riesci anche ad ottenere la metà dei voti, ottieni solo in realtà molto ma molto meno.
Chi ha vinto veramente è il partito, che non esiste, di coloro che non sono andati a votare.
Perché stufi di tutti. Movimenti e Partiti.
E quello che Grillo non riesce a capire evidentemente, è che molti di quelli che prima lo avevano votato ora se ne sono stati semplicemente a casa.
Chi è andato a votare per i soliti partiti costituisce lo zoccolo duro di quelli che di riffa o di raffa, ancora sperano nei soliti, loro, rappresentanti.
E quello che proprio non sopporto è la sempre solita mancanza di assunzione di responsabilità da parte di chi è stato bastonato.
E la colpa della batosta elettorale di chi é?
Ovviamente "di chi non ha votato il Movimento 5 Stelle consegnando l'Italia nelle mani di chi ha ridotto il paese in queste condizioni...".
Anzi la batosta non c'è neppure stata.
Dobbiamo essere diventati tutti matti.
Assistiamo platealmente al rovesciamento dei paradigmi.
Ne conosco di persone che hanno votato il Movimento 5 Stelle nelle precedenti politiche, ma ti assicuro, caro Beppe, che faccio fatica a trovarne ora, che pur non pentendosi di averlo fatto, oggi non se la sentirebbero proprio di rifarlo.
E nemmeno è vero, se non in parte, che un conto sono le politiche, ed altro le amministrative.
Il crollo è stato troppo forte.
C'è comunque da fare un'osservazione.
Un simile tonfo non è del tutto attribuile alle pessime scelte fatte da Grillo.
Il sistema dei media è riuscito benissimo a far passare determinati messaggi, occultando del tutto molti fatti avvenuti.

I messaggi passati.


Ciò che si è voluto con intenzione o meno, far passare nei mezzi di comunicazione è stata una visione del Movimento 5 Stelle estremamente verticistica, dove non vi è assolutamente libertà; comandano e dispongono solo Grillo e Casaleggio. Un movimento in cui persino chi viene eletto è un burattino che deve sottostare incondizionatamente alle decisioni prese.
Un movimento in cui non si ha diritto di manifestare malumori o disaccordi, o fare affermazioni contrarie a quanto stabilito, la qualcosa comporterebbe automaticamente l'espulsione dal movimento stesso.
Un movimento che ha saputo dire solo ed esclusivamente “no” su tutto, incapace di fare proposte.
Un movimento che non ha saputo fare propria la trasparenza, che non ha mantenuto le promesse fatte per la restituzione dei soldi assegnati ai partiti.
Un movimento in cui invece di avanzare proposte e cercare soluzioni per risolvere i problemi del paese non ha fatto altro che discutere e bisticciare per la restituzione della diaria assegnata ai parlamentari.
Un movimento in cui addirittura, non si riesce a capire dove finiscano i soldi presi attraverso il blog di Beppe Grillo ed alla sua pubblicità.
Un movimento che è stato capace solo di portare in parlamento "cittadini" antipatici ed indisponenti, del tutto impreparati.

I fatti occultati.


In realtà le cose non stanno proprio così.

Si è cercato di occultare in tutti i modi invece che i deputati ed i senatori eletti nel movimento si sono dati da fare e molto.
Hanno già presentato nelle rispettive camere moltissimi disegni di legge in praticamente ogni campo della vita civile, quasi due terzi di tutti i provvedimenti indicati in campagna elettorale.
Diverso è il discorso se riusciranno a farli passare o meno, ma è stato comunque fatto uno sforzo non indifferente per cercare di mantenere ciò che avevano promesso in campagna elettorale.
Anche per quanto riguarda i soldi assegnati alle varie forze politiche in parlamento alle elezioni appena passate hanno dimostrato coerenza con quanto promesso. Hanno di fatto già rinunciato a qualsiasi compenso elettorale dovuto, circa 42 milioni di euro.
Stessa cosa per quanto concerne gli stipendi e la diaria assegnata a ciascun parlamentare.
E' vero è attivo un dibattito circa l'assegnazione con rendicontazione delle spese sostenute, la famosa diaria, ma per lo più hanno dimostrato di essere ben poco avidi; coerenti con quanto dichiarato prima dell'elezione, rendicontano ogni spesa sostenuta e trattengono solo quanto effettivamente speso.
Stessa cosa per quanto riguarda i soldi che hanno raccolto durante la campagna elettorale.
"Il Movimento 5 Stelle ha finanziato la sua campagna elettorale con le micro donazioni volontarie di 27.943 cittadini. Grazie a loro il M5S ha raccolto 774.208,05 euro, ne sono stati spesi 348.506,49. La differenza sarà devoluta ai terremotati dell'Emilia Romagna.", come riportato sul blog di Beppe Grillo.

Le colpe di Grillo.


Le manchevolezze da attribuirsi al Movimento a 5 Stelle, a Beppe Grillo ed a Casaleggio sono in effetti ben altre, ed in parte coincidono con alcune di quelle sopra descritte.

Per leggere il resto clicca su Continua...

[ Leggi notizia ] ( 9350 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3.1 / 1347 )

<Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Altre notizie> Ultima>>