Berlusconi: la Paura fà 90! 


Berlusconi ha paura di essere quasi messo all'angolo.
E la paura si sa, allontana ancora più dalla realtà.
La paura è rappresentata dalle quasi imminenti e probabili condanne per i proprio processi pendenti.
Oltre che alle consuete ed arzigogolate procedure per rinviare il più possibile l'inevitabile, si stanno sondando tutte le possibili soluzioni alternative per un salvacondotto.
Nell'instabilità che avvolge il futuro prossimo di governabilità si sta ventilando con insistenza l'ipotesi di un ritorno alle urne non troppo in la nel tempo.
Oltretutto anche nel caso la legislatura durasse a lungo, pare probabile che in caso di richiesta di arresto da parte dei PM nei confronti di Silvio Berlusconi, questa verrebbe con tutta probabilità rilasciata dall'attuale componente del Senato.
L'unica alternativa?
Proporre Berlusconi al Quirinale come Presidente della Repubblica.
Tutto l'entourage del PDL in questi giorni sta proponendo in tutte le salse la necessità di un elezione per la massima carica dello stato di centrodestra. E ovviamente quella figura sarà appunto Berlusconi.
Che farà il PD?


[ Leggi notizia ] ( 1429 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 2.9 / 886 )
La Saga dell'Inciucio 


Si diano fiato alle trombe.
E' cominciata.
La Saga dell'inciucio è all'inizio.
Il PD ormai rassegnato al NO del M5S ha dato inizio alle danze.
Un ballo con la Lega, uno con il PDL, uno con Monti e poi di nuovo ancora uno...
Ovviamente tutto questo sia ben chiaro.
Per il bene del paese.
Possibile che si riesca a vedere al di la del proprio naso?
Mi sa che oramai il PD sia votato al suicidio.

[ Leggi notizia ] ( 1991 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 6.4 / 407 )
Consiglio a Bersani. PD. PDl, inciuci, Bersani, Grillo, Berlusconi e Presidenti 
Ora mi metto pure a dare consigli...
PD e PDL sono accomunati dal fatto in questo momento, dalla necessità, da parte di entrambi, di "dover" governare.
Come già detto per ragioni differenti.
Il PDL ne ha disperatamente bisogno per poter fornire un salvacondotto, all'oramai plurincriminato Silvio Berlusconi. Non ha scelta. La conclusione di molti processi si avvicina, alcuni dei quali prevedono pure come pena l'interdizione ai pubblici uffici, con il risultato che verrebbero meno così, pure le prerogative parlamentari. Con annessa possibile carcerazione.
Il PD nondimeno, nelle vesti di Bersani, se non ottenesse, un qualche risultato politico, si vederebbe cedere suo malgrado, il passo ad un altro dirigente di partito. Ed è troppa la voglia di voler governare.
Come si vede due partiti con finalità diverse, ma accomunati dallo stesso inesorabile destino.
L'inciucio programmato...
Per il PD la conclusione sarebbe devastante.
Non penso che il proprio elettorato gli perdonerebbe una colpa così grave.
E' per questo che Bersani sta facendo carte false per coinvolgere il M5S ad assumersi responsabilità di governo.
Ma con uno spartimento vecchia maniera delle leve del potere non otterrebbe nulla se non sonore sbattute in faccia di porte, come del resto sta avvenendo.
Quello che ancora non ha voluto capire è il nuovo coerente modo di comportarsi del Movimento grillino.
E questo gli può essere fatale.
Come chance si riserverebbe la possibilità di rinfacciare a Grillo la responsabilità dell'eventuale ritorno alle urne, nella speranza che gli Italiani attribuirebbero al Movimento colpa così grave.
Ma si sa, le cose possono sempre riservare amare sorprese e non è detto che punirebbero per forza Grillo. Anzi potrebbe essere che la cosa addirittura potrebbe ritorcersi contro al PD.
Rimarrebbe quindi solo l'alternativa inciucio PD-PDL.
O no?
Forse no.
Bisognerebbe avere coraggio.
Spirito di sacrificio.
capacità di cogliere al volo le situazioni.
Come?
Prima mossa.
Rinunciare unilateralmente per iscritto ai rimborsi elettorali per il PD.
Proprio come il Movimento 5 Stelle.
Già questo sparapiglierebbe un po le carte.
Seconda mossa.
Votare alla Camera come Presidente la persona proposta dal PD stesso.
Votare al Senato il candidato del M5S.
Perché non il contrario?
Perché in questo modo sarebbe chiara l'assenza di accordi ed inciuci.
Alla Camera il PD ha la maggioranza e potrebbe eleggere senza problemi il Presidente.
Al senato, se insieme PD e M5S votassero lo stesso candidato questo sarebbe per forza eletto. Senza accordi preventivi.
Terza mossa.
Votare come Presiedente alla Repubblica come successore di Napolitano, una delle personalità proposte dal M5S, di sicuro potrebbe esserci nel ventaglio, una proposta condivisa da entrambi. Sempre senza accordi.
Quarta mossa... Dare la fiducia ad un Governo M5S!
Ma siamo matti mi si dirà?
E che, il PD è così deficiente da dare TUTTO ai grillini?
Così, cedendo tutto, senza combattere, mollando proprio tutto?!?!!?
Forse no, forse potrebbe essere la mossa vincente, in effetti per tutti.
E' vero da parte di Bersani bisognerebbe immolarsi e con sacrificio autoescludersi da ogni possibilità di governo, ma i vantaggi sarebbero molteplici.
Da primo, si avrebbe sempre la facoltà di opporsi a decisioni che potrebbero sembrare in collisione con la visione del PD.
Inoltre, come più volte sottolineato dallo stesso Grtillo, la centralità degli aspetti legislativi tornerebbe alle Camere, il governo avrebbe solo compiti di Governo appunto e di indirizzo delle politiche. Oltre ovviamente alla forte prerogativa di rappresentarci in Europa e nel Mondo.
Vero cosa non da poco.
Ma ogni errore, ogni politica errata, ogni problema mal risolto, sarebbe prima di tutto responsabilità del M5S.
Senza contare il fatto che in qualsiasi momento potrebbe togliere la fiducia a far ritornare il paese alle urne.
Ed ogni addebito sarebbe da imputarsi al M5S e non al PD, e di questo il partito di Bersani potrebbe avvantaggiarsi non poco.
Inoltre questo potrebbe essere veramente un bene per il paese.
Una forza nuova, con sani principi e volenterosa.
Farebbe errori, certamente.
Avrebbe tentennamenti.
Non tutte le scelte e decisioni sarebbero condivisibili.
Ma potrebbe essere veramente l'occasione di riscatto per un paese ostaggio per vent'anni, di immobilismo, malapolitica, malgoverno, corruzione, prevalere di interessi personali, incompetenze ed incapacità.
Ed ho proprio detto per tutti i vent'anni...
Ma si sa...
La gente, sopratutto quella attaccata alle poltrone è poco incline al sacrificio per un bene comune.
Si accamperanno mille scuse e giustificazioni, per non fare o nulla od un governissimo osceno.
Non si vede nulla al di là del proprio naso.
E gli interessi contingenti sono sempre più pressanti di quelli visti in un ottica non imminente.
Ma chissà, a volte la speranza riserva sorprese sorprendenti. Appunto.

[ Leggi notizia ] ( 1433 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 855 )
Sono "Stizzito" 
Sinceramente basta.
Sono stufo dei soliti discorsi triti e, qualcuno, in malafede, circa la tanto nominata "antipolitica" del Movimento 5 Stelle?
Antipolitica?
Ma è SOLO politica altro che storie!!!
Magari è ALTRAPOLITICA, ma non antipolitica!
Magari potrà non piacere.
Magari potrà dare fastidio.
Ma è politica, cavolo!
E' politica contro i partiti, contro i finanziamenti a pioggia e gli sprechi. Contro le attribuzioni ingiustificate, contro una malapolitica di gestione dell'ambiente e del territorio.
Ma ripeto è sopratutto politca, non la solita politica, ma politica!
E poi altra cosa.
Movimento polpulista?
Verissimo.
Ma vediamo di attribuire alle parole il loro corretto significato.
Altrimenti possiamo dire con una parola anche esattamente il suo opposto.
Come in questo caso.
Ha perfettamente ragione Dario Fo (in un post di diversi giorni fa, lo spiega davvero benissimo!).
Populista vuol dire "a favore del popolo".
Ma chi usa questa parola intende il suo opposto: "demagogo".
Che è altra cosa appunto.
Nemmeno sono in grado di esprimere ciò che pensano...

[ Leggi notizia ] ( 1498 letture )   |  permalink  |  riferimento  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 882 )
Danze PD, PDL e M5S 
E' Incredibile.
Al di là della considerazione che sia opportuno o meno da parte del Movimento 5 Stelle rifiutare un'alleanza con le attuali forze politiche, è possibile che il PD non abbia ancora capito?
"Grillo deve dare una risposta definitiva ad un'alleanza con il PD".
Mi accorgo proprio della scollatura delle forze politiche con la realtà del paese e delle cose.
Non si è ancora capito che il M5S, NON VUOLE ASSOLUTAMENTE UN ACCORDO!!!
Mi sembra sia stato detto in mille modi chiari ed inequivocabili.
Eppure continuano a porre le stesse domande.
O quantomeno la stessa richiesta.
Alleanza PD M5S.
Eppure è stato detto non chiaramente, ma molto chiaramente.
No ad alleanze.
Capisco che un accordo tra PD e PDL (o pdmenoelle come dice Grillo), sia improponibile per il PD, visto che perderebbero inevitabilmente gran parte dell'elettorato che lo sostiene.
Ma non esiste proprio alcun obbligo da parte del M5S di accettare tale proposito, ma proprio nessuno.
Se proprio vogliono fare un governo possono farlo benissimo con il PDL.
Che del resto non aspetta altro.
Sarebbe l'unico modo per barattare un eventuale immunità del Berlusconi, che gli permetterebbe di passare immune nel campo minato degli innumerevoli processi che lo attendono al varco.
Di nuovo il sacrificio di tutti per il bene di uno solo...
E tutti continuano a non capire...
O forse vogliono continuare a non capire...

[ Leggi notizia ] ( 1372 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 884 )
Speranze e Aspettative. Francesco I 
Riponevo molte speranze ed aspettative sul fatto che il nuovo Pontefice potesse chiamarsi Francesco I.
Così è stato.
Spero davvero queste non si risolvano presto in una grande disillusione.
Ma i nomi ed i simboli rivestono un'importanza spropositata.
Quando poi ho appreso della sua provenienza, queste speranze ed aspettative si sono rinfocolate.
Questo può cambiare il ruolo della Chiesa nel Mondo e nel Tempo.
Dove la Fratellanza, l'Amore e la Fiducia possano assumere aspetti inaspettati.
E dove la Povertà per il Prossimo sia praticata veramente.
Francesco I.

[ Leggi notizia ] ( 1360 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 905 )
L’uomo nero 
Sono sorpreso e quasi turbato.
Dando un occhiata di sfuggita alla prima pagina del Secolo XIX di stamattina 8 Marzo 2013, ho letto:
“La Chiesa savonese ha annunciato l’immediata apertura di un procedimento di diritto canonico, nei confronti del prete accusato da un ex seminarista di violenza sessuale su minore.” vedi notizia.
Ma come?
Solo ora?
Sono più di dieci anni, in cui tre vescovi diversi si sono succeduti alla guida della Curia di Savona, che vengono presentati esposti e richieste di chiarimenti ufficiali, sopratutto ad opera di Francesco Zanardi, una delle vittime di abusi, e solo ora dopo che la vicenda ha avuto rilevanza nazionale ed internazionale grazie alla trasmissione delle “Iene”, andata in onda su Italia1 il giorno 3 marzo 2013, viene annunciata l’apertura di un procedimento vedi video.
Da tutto ciò, si evincono chiaramente due cose.
La prima, consiste in tutta una serie di operazioni omertose di copertura da parte dei vescovi (Sanguinetti, Calcagno, Lanfranconi) presenti in quegli anni, che non fecero altro che spostare da una parrocchia all’altra Don Nello Giraudo consentendogli di continuare la sua attività parrocchiale anche a contatto di bambini, senza prendere alcun altro tipo di provvedimento. Anzi gli fu pure consentito, senza che l’allora Vescovo di Savona Monsignor Lanfranconi si opponesse in qualche modo, l’apertura di una comunità per bambini disagiati!
La seconda, la conoscenza diretta dei fatti da parte dell’allora Cardinale Joseph Ratzinger a quei tempi Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, poi divenuto Papa Benedetto XVI, per opera dell’allora vescovo di Savona Monsignor Calcagno, la cui unica conseguenza fu l’allontanamento del prelato presso un’altra parrocchia a soli dodici chilometri di distanza. Consentendogli di fatto di continuare la sua attività di pedofilo molestatore di ragazzini appena adolescenti.
Molti di questi fatti non costituiranno sicuramente più reato, essendo oramai stati prescritti, ma di sicuro non possono assolvere la coscienza di così tanti eminenti esponenti della chiesa cattolica romana.
Perchè si noti, è sì spregevole l’atto di omertà compiuto perché a conoscenza di un fatto così grave senza che venga preso alcun tipo di provvedimento, ma ancor più lo è, se non solo lo si permette, ma addirittura lo si asseconda permettendo ad un uomo malato di poter aprire e gestire centri di accoglienza per bambini disagiati.
Questà non è solo omertà, è ancor più vera complicità morale!!!
Attenti bambini, ma non al Lupo.
Attenti all’uomo nero.
Visto che tanto nera la tonaca lo è lo stesso!

[ Leggi notizia ] ( 1440 letture )   |  permalink  |  riferimento  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 894 )
Riflettere, è sempre bene riflette! 
Mi rifaccio al post di Beppe Grillo:
“Circonvenzione di elettore”,
precisamente su quanto stabilito dall’art. 67 della Costituzione della Repubblica italiana che così recita:

“Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”.

E così si esprime Beppe:

“Questo consente la libertà più assoluta ai parlamentari che non sono vincolati né verso il partito in cui si sono candidati, né verso il programma elettorale, né verso gli elettori. Insomma, l’eletto può fare, usando un eufemismo, il cazzo che gli pare senza rispondere a nessuno. Per cinque anni il parlamentare vive così in un Eden, in un mondo a parte senza obblighi, senza vincoli, senza dover rispettare gli impegni, impegni del resto liberamente sottoscritti per farsi votare, nessuno lo ha costretto con una pistola alla tempia a farsi inserire nelle liste elettorali.”

Secondo me, prima di sparare a zero su di un argomento, bisognerebbe soffermarsi un attimo ed approfondire la cosa, senza agire d’impulso come magari si vorrebbe.
Perchè mai i nostri padri costituenti avranno deciso di inserirlo nella costituzione?
Per favorire forse passaggi di casacca interesati, tradimenti e gabbanate?
No.
Per una motivazione semplicissima.
Se il NOSTRO rappresentante fosse vincolato irriducibilmente al partito od al movimento nel quale è stato eletto, dovrebbe sempre e comunque assecondare e seguire le linee guida di tale gruppo, in qualsiasi circostanza.
Bhe, direte voi, è che c’è di male?
In fondo è proprio ciò che questo movimento sta promuovendo con pieno convincimento.
C’ è di male che se improvvisamente un partito, od un movimento decidesse di, che so, prendere il controllo del paese, proponendo e facendo approvare una serie di norme repressive ed autoritarie, il nostro buon rappresentante non potrebbe far altro che assecondarle o dimettersi.
Gli sarebbe completamente preclusa la possibilità di opporsi, anche in parlamento, contro tali norme, costituendo nuovi gruppi di lotta ed opposizione all’interno dell’alveo democratico e lagale.
E sembra poca cosa???
Rflettere, bisogna sempre riflettere prima di esprimersi.
Sto riponendo veramente tanta fiducia nel fatto che lo scossone dato da queste elezioni possa davvero cambiare le cose.
Ma per favore Beppe, bisogna sempre studiare bene le cose prima.

[ Leggi notizia ] ( 648 letture )   |  permalink  |  riferimento  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 849 )
Brutta Europa 
Europa.
Sta succedendo in tutta Europa.
O perlomeno in quella europea in difficoltà, in affanno.
Un vento di insofferenza verso la corruzione la malapolitica, verso quei castelli di cristallo, dove si vive così scostati dalla realtà.
Bulgaria, Portogallo, Grecia, Spagna, Italia, …
Gli altri seguiranno a ruota.
E’ un Europa non unita, fatta di egoistici localismi nazionali, addirittura schizofrenica, dove si calpestano le unicità, solo in favore della dea Economia.
Dove non è concesso il reciproco sostegno se non a caro prezzo, senza integrazione.
E nei singoli paesi più in difficoltà, una classe politica corrotta e cieca, prende misure di austerità che non la riguardano e non la toccano. Nel loro palazzo dorato osservano dall’alto una nazione in difficoltà non avendo proprio la più pallida idea di cosa significhi vivere immersi nella realtà.
Una Bruta Europa.

Lettera43: la rivolta dei cittadini contro la casta.

[ Leggi notizia ] ( 1405 letture )   |  permalink  |  riferimento  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 841 )
Ventole e pentole 
Ho sentito Vendola in televisione.
Oramai si è votato.
Non ha vinto nessuno…
Forse…

Ma Vendola, sta diventando grillino?

[ Leggi notizia ] ( 1644 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 880 )
Le prime 5 Stelle 
26 Febbraio 2013 - Post Voto Politiche…

Un panorama nuovo.
Un cielo nuovo.
5 Nuove Stelle nel Cielo…

[ Leggi notizia ] ( 1797 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 895 )
Ingranaggi 
Immaginate di avere che so un fidanzato, un figlio, un amico di vent'anni, coinvolto e deceduto in un incidente autostradale, la cui causa è da imputarsi alla guida sconsiderata di un individuo, ubriaco, appena uscito da una rissa, alla guida di un auto per di più con i fari spenti che viaggi contromano.
Si immagini ancora, che nonostante l'incidente, tale persona, sia solo lievemente ferita, venga ricoverato in ospedale, senza che l'autorità giudiziaria prenda il benché minimo provvedimento restrittivo, con la motivazione che un ferito non abbia possibilità di fuga data la sua condizione.
Si immagini ulteriormente che sempre tale individuo, del tutto indisturbato, lasci l'ospedale in cui è ricoverato, non avendo alcun tipo di obbligo, e diciamo essendo extracomunitario (come dice su "La Stampa" di oggi Massimo Gramellini "non è un'aggravante, ma non può essere neanche un'attenuante"), del tutto indisturbato e faccia ritorno nel suo paese d'origine.
Fantascienza?
No è esattamente quanto accaduto nei giorni scorsi nella vicenda che ha visto coinvolti quattro ragazzi di 20, 21, 24 e 28 anni, deceduti durante lo scontro con un Audi A3 occupata da tre ragazzi di nazionalità albanese, sulla Monticelli-Castelvetro.
Il conducente dell'Audi, Ashim Tola, risultato positivo al test dell'alcool con un livello pari a 1,69, era stato appena respinto insieme agli altri occupanti dell'auto da un locale, e, a fari spenti e contromano, si era lanciato a velocità elevata in direzione di San Pedretto per raggiungere qui un altro ritrovo notturno.
Dopo lo scontro, avendo riportato solo lievi ferite, era stato comunque ricoverato presso l'ospedale di Cremona, e qui, senza che venisse emessa alcuna ordinanza restrittiva nei suoi confronti, dopo qualche giorno è uscito.
La magistratura è fatta di uomini.
Gli uomini, come si sa, possono sbagliare.
Ma che un magistrato che quanto meno ha commesso un atto di leggerezza (e veramente non mi si venga a dire che non c'erano gli estremi per emettere un'ordinanza di custodia cautelare, piantonando la stanza d'ospedale!!!), non subisca nemmeno un provvedimento disciplinare è il massimo.
Non è questione d'interpretazione del codice, è questione di buon senso. Senso comune.
Un magistrato che non ha nemmeno questo, per quanto possano valere le varie interpretazioni (già di per se l'interpretazione di una norma suona assurdo), non può fare il magistrato!
Non è nemmeno facile populismo, ne demagogia, ne voglia di giustizialismo.
Fa solo tremendamente rabbia che in Italia vengano svolti dibattimenti e processi "sul nulla" (vedasi molti casi scoppiati ultimamente dove i veri protagonisti sono gli inquirenti con una fame terribile di voler apparire) e le cose veramente serie vengano trattate con superficialità e disattenzione.


[ Leggi notizia ] ( 1439 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 2.8 / 1088 )
Delirio 


Siamo arrivati al "delirio".
Fotografare un paesaggio con soggetti all'interno architettonici e paesagistici?
Si può?
Ma certo che si!
La cosa importante è stare bene attenti a non includere nello scatto opere architettoniche di autori in vita o morti da meno di sett'anni.
Perché?
Presto detto.
La normativa circa il diritto d'autore italiana, vieta esplicitamente di ritrarre negli scatti fotografici, opere di autori (quindi anche architettoniche), il cui autore sia ancora in vita, o che sia morto da meno di anni settanta (già di per se un numero di anni assurdo).
Il divieto viene meno se la foto è utilizzata a fini strettamente personali e non condivisa con altri.
Altrimenti bisogna versare i diritti alla SIAE, pena multe severissime ed oscuramento "d'ufficio" del sito qualora queste vengano pubblicate su internet.
Quindi, se anche ho solo intenzione, di condividere i miei scatti con amici, sul mio sito personale, devo stare bene attento che non includano che so, opere di Renzo Piano.
Magari sono andato a Genova, al Porto Antico, a visitare il bellissimo acquario, ed ho ritratto la mia comitiva dinnanzi alla ruota panoramica, prima di inserire il tutto nel mio album su internet mi devo mettere con santa pazienza ad eliminare tutte le costruzioni architettoniche recenti...
Credo proprio siama oramai al delirio...
Ma ci si rende conto del livello qualitativo della legge sul diritto d'autore in vigore in Italia?
Se si pensa che siano applicazioni esasperate della norma, ci si deve ricredere.
Io stesso ho dovuto ricredermi.
E' notizia di questi giorni, infatti, che lo staff di gestione di Wikipedia Italia, ha deciso di bandire dalla propria enciclopedia, ogni riferimento fotografico ad opere architettoniche e paesagistiche che possano far insorgere problemi circa il diritto d'autore.
Tutto è iniziato a gennaio 2007, quando con un colpo di genio, la Soprintendenza per il Polo Museale fiorentino ha pensato bene di diffidare l'uso "in modo non autorizzato di immagini di opere conservate nei musei statali di Firenze", inviando una lettera formale al Open-source Ticket Request System che è uno strumento grazie al quale dei volontari aiutano la Wikimedia Foundation a rispondere a domande, lamentele e commenti provenienti dall'utenza di wikipedia.
E, si badi bene, che solo per la sezione italiana di Wikipedia è stato deciso tutto ciò, perché, in nessun altro paese al mondo, esiste una normativa che impedisce di fotografare opere che siano pubblicamente visibile ed inserite in contesti paesagistici (si veda la voce su wikipedia "Aiuto:Copyright immagini/Diritto di panorama")...
Un altro duro colpo alla libera circolazione di pensieri ed idee, visti anche i recenti problemi circa siti che pubblicavano opere protette a solo ed unico scopo educativo e didattico, senza alcun scopo di lucro...
Una figura barbina per tutto il sistema culturale Italia.
Con ben poche voci della nostra classe politica che si levino a difendere la libera circolazione di idee, pensieri, opere d'ingegno.
Con l'unico risultato d'apparire un paese "vecchio", dove l'unica forma d'espressione affermata è la gestione della burocrazia...


[ Leggi notizia ] ( 1493 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 1068 )
blinks.com 


Questa sera ho fatto una piacevole scoperta.
blinks.com.
E' semplicemente un motore di ricerca di videoclip, li ricerca su moltissimi siti diversi dedicati ai video.
E ne fa pure vedere un'anteprima brevissima.
Molto utile e veloce...


[ Leggi notizia ] ( 1871 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 2.9 / 1071 )
Si al Referendum Elettorale 


Ebbene si mi schiero.
Decisamente favorevole allo svolgimento del Referendum Elettorale.
Ed ovviamente alla sua approvazione.
Il principio è il seguente.
Voglio avere la possibilità di eleggere le persone che ritengo più opportune.
Con l'attuale legge ciò è impossibile.
Sono gli stessi partiti che decidono, in modo univoco, chi presentare come candidati eletti.
E' tutto tremendamente ingessato.
Vi sono una miriade di partitini che non permettono governabilità.
Sono un fautore della rappresentatività di tutti.
Tutti dovrebbero avere dei candidati da proporre per presentare le proprie idee.
Sono pure convinto che è sano avere molti organismi, movimenti, partiti.
Quindi un fervente sostenitore del proporzionale.
Ma questo non deve essere assolutamente il presupposto per impedire la governabilità del paese.
Mi piacerebbe vedere un ramo del parlamento eletto esclusivamente in maniera proporzionale, senza barriere.
Con il potere di proporre ed approvare leggi, istituire commissioni, potere di fare indagini.
Altresì dovrebbe esserci un altro ramo del parlamento con il preciso scopo di assicurare la governabilità.
Fortemente maggioritario, con il compito di formare un governo e guidare il paese.
Ma queste allo stato attuale sono solo elucubrazioni.
Ciò che interessa veramente alla nostra classe politica è mantenere lo status quo.
Indistintamente.
Inchiodati alle proprie poltrone, ora gli uni ora gli altri dei due schieramenti.
E' per questo che il governo attuale difficilmente cadrà.
Non interessa veramente a nessuno.
Cambiare la legge elettorale?
Magari in meglio?
Una chimera.
Meglio mantenere le cose come sono.
Ecco perché vorrei che passasse questo referendum.
Sono ben cosciente che servirà a poca cosa.
Moltissimi degli ultimi referendum sono caduti nel vento.
Contro le intenzioni della maggioranza dei votanti, si sono cercati e trovati appigli per non tenerne conto, cambiando magari di poco gli ordinamenti.
Allora perché?
Perché non voglio arrendermi.
Non voglio dimostrare di essere frustrato e disilluso.
E poi?
Non so.
Forse dipende solo da noi.
Quindi, andate a firmare per il referendum nelle sedi apposite dei vostri comuni.
Se volete saperne di più consultate il sito dei promotori del Si Referendum Elettorale.


[ Leggi notizia ] ( 1506 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 1045 )
Tappabuchi 


Non ho assolutamente nulla contro il figlio del Ministro Fioroni.
Ma vederlo addirittura in un servizio sulla maturità (con domande veramente scontate), nel tg di La7 in prima serata è veramente troppo.
Di cosa c'è bisogno per riempire i nostri telegiornali?
Di una nuova guerra estiva?
Di nuovi scandali e nuove intercettazioni telefoniche od ambientali?
Di qualche pettegolezzo piccante o di qualche indagine che si risolve in un pugno di mosche, tanto per sperperare i nostri soldi?
Voglio credere che il redattore del servizio fosse amico della famiglia Fioroni e che la sua realizzazione sia dovuta ad un favore personale per appagare qualche desiderio narcisistico,
Lo voglio davvero sperare.
Non vorrei che tutta la nostra Informazione (con la I maiuscola), si risolvesse in tutto questo e basta.



[ Leggi notizia ] ( 640 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 1016 )
Vicini di casa 


I nostri vicini di casa svizzeri.
Cosa hanno fatto?
Bhe è presto detto.
Hanno intenzione di fornire a tutti gli utenti, indiscriminatamente, connettività Internet a banda larga.
Cosa da poco? Non sembrerebbe.
Da noi? Forse fantascienza...
Difatti, la ComCom, Commissione federale delle comunicazioni, ha investito Swisscom come "concessionario del servizio universale" dal 2008. la stessa ComCom ha emesso un comunicato stampa una settimana fa che recita che, per i prossimi dieci anni la compagnia sarà tenuta a fornire le prestazioni del servizio universale in materia di telecomunicazioni all'insieme della popolazione e in tutte le regioni del Paese. Tale concessione obbliga Swisscom a offrire, oltre al collegamento analogico e digitale, anche una connessione Internet a banda larga.
Delle due l'una.
O ci trasferiamo in Svizzera.
O facciamo in modo che i nostri politici riescano ad osservare il mondo "reale" che ci circonda.
Non con i loro occhi ovviamente.
Ma questa è un'altra storia.
Si è mai notata l'età media della nostra classe dirigente?
Da paura.



[ Leggi notizia ] ( 1649 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 1041 )
La legge contro le intercettazioni telefoniche 


Riporto di seguito integralmente una lettera inviata da Antonio Di Pietro al Blog di Beppe Grillo circa la legge in discussione contro le intercettazioni telefoniche.
Non mi vede totalmente aderente alle idee dell'ex pubblico ministero.
Di sicuro però la dice lunga sul nostro sistema politico.
Bello. Esemplare e molto molto bello.
E, non me ne si voglia, me ne frego di apparire un pochino qualunquista.

"Caro Beppe,
ti scrivo per denunciare il tentativo di imbavagliare l’informazione con la legge contro le intercettazioni in prossima votazione al Senato.
L’Italia dei Valori proporrà degli emendamenti per cambiare la legge. Se non verranno accettati voteremo contro, anche se il Governo dovesse mettere la fiducia. I nostri emendamenti si propongono di eliminare le pesanti sanzioni, anche penali, ai giornalisti, che sono l’anello debole della catena, e di garantire la possibilità di accedere alle intercettazioni durante le indagini preliminari una volta messe a disposizione delle parti e riconosciute rilevanti ai fini penali.
Con la nuova legge, a causa della durata dei processi, in Italia non si saprebbe mai nulla. Non saremmo venuti, ad esempio, a conoscenza dei colloqui tra Fazio e Fiorani, e Fazio sarebbe ancora Governatore della Banca d’Italia.
I politici cercano di proteggere sé stessi, negando ai cittadini la possibilità di verificare la loro condotta “politica”, sottolineo “politica” e non penale. Le intercettazioni di D’Alema e Fassino, come quelle dei politici legati a Berlusconi, hanno infatti un significato “politico” e, per questo, non possono e non devono essere sottratte alla valutazione degli elettori. Trovo comunque deprimente che la politica si interessi di banche e non dei problemi dei cittadini.
La stessa Corte Europea dei diritti dell’uomo ha dato pienamente ragione alla nostra decisione di non votare al Senato il testo sulle intercettazioni. Lo ha fatto con una recente sentenza che ha condannato la Francia per violazione della libertà di espressione in relazione ad una condanna dei tribunali francesi di due giornalisti per la pubblicazione di un libro sul sistema di intercettazioni illegali durante la presidenza Mitterrand.
Se i giudici francesi avevano privilegiato il segreto istruttorio, la Corte Europea ha invece rafforzato il ruolo della stampa nella diffusione di fatti rilevanti, in particolare se coinvolgono politici.
Se è legittimo, dice la Corte Europea, tutelare il segreto istruttorio, su questa esigenza prevale il diritto di informare.Inoltre, l’applicazione di una pena (anche se pecuniaria) e l’affermazione della responsabilità civile del giornalista hanno un chiaro effetto dissuasivo nell’esercizio della libertà di stampa.
Ecco perché siamo impegnati a presidiare questa libertà nella commissione giustizia prima, in Senato poi, dove presenteremo emendamenti rigorosi per evitare che l’informazione sia imbavagliata.
Serve, oltre alla nostra opposizione alla legge, e mi auguro anche di altri, un forte sostegno popolare per mantenere l’informazione libera, o almeno, per non imbavagliarla ancora di più. Mi appello per questo a te e ai tuoi lettori che invito a partecipare lunedì 25 giugno 2007 all'evento pubblico: "La scomparsa dell'informazione" a Milano, 20.45, Camera del Lavoro, Corso di Porta Vittoria con me, Beha, Gomez, Kort e Pons.Cordialmente."


[ Leggi notizia ] ( 1561 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 2.9 / 1021 )
Disillusioni. (Parte Seconda) 
Ho avuto molta esitazione a parlarne.
Si rifà in un certo modo ad un post precedente.
Si rischia di fare del facile qualunquismo e di tutta l'erba un fascio.
Mi riferisco alla vicenda del giovane deceduto Federico Aldrovandi di 18 anni, per responsabilità oggettiva o soggettiva, a quanto è dato sapere per i rinvii a giudizio, di quattro agenti di polizia, tra cui una donna.
Inizialmente fermato da quattro poliziotti, (Monica Segatto, Paolo Forlani, Enzo Pontani, Luca Pollastri), muore poi "misteriosamente", viene detto che muore da solo.
Poi comincia ad emergere un'altra storia.
Inizialmente si attribuisce la causa ad assunzione di droga.
Poi ad una compressione toracica, durata quindici minuti, causata dall'immobilizzazione del ragazzo a terra, come reazione ai modi violenti del ragazzo stesso.
A quanto risulta quantomeno gli agenti sono citati per omissione di soccorso, non avendo usato neppure il defibrillatore portatile per rianimare il corpo esanime.
Una vicenda per nulla chiara, fatta di dichiarazioni contrastanti e contraddittorie, a cui neppure le azioni del questore e il procuratore della Repubblica fanno seguito.
Una verità che non avrebbe potuto emergere se il ministro degli Interni Giuliano Amato non avesse incontrato il padre di Federico e visto le fotografie del corpo martoriato del figlio. A cui fece seguito una settimana dopo il trasferimento del questore Elio Graziano.
Ho avuto modo di vedere le immagini fotografiche in vari siti, del corpo straziato del ragazzo.
Difficilmente, ma molto molto difficilmente sono giustificabili solo dal tentativo di immobilizzazione del ragazzo da parte degli agenti.
Ne ha parlato pure Beppe Grillo sul suo Blog, ne parlano quotidianamente i suoi genitori su un blog che hanno realizzato allo scopo di tenere aggiornati circa lo svolgimento della vicenda.
Ne parlano essi stessi in un video. Sconvolgente, è da vedere.
Se tutto ciò risultasse vero, anche solo in parte, sarebbe una cosa atroce.
Se anche solo in minima parte i fatti e le accuse mosse ai quattro agenti così come riportate nel video sopra, risultassero fondate, ci sarebbe ancora da riflettere e molto.
Non solo per la cosa atroce in se. Qualunque atto non giustifica una reazione così violenta da portare alla morte una persona da parte di chi riteniamo dovrebbe essere tenuto a "proteggerci".
No. Ma sopratutto dalla rete di omertà che ha aleggiato su tutta la vicenda. Questo è intollerabile. Non minimamente giustificabile da senso di corpo di appartenenza.
Ora c'è un processo.
Si vedranno le conclusioni.
Mi faccio solo un augurio.
Se i quattro imputati risultassero davvero responsabili, il minimo che ci sarebbe da aspettarsi sarebbe quantomeno l'espulsione da cariche di pubblici uffici a vita, oltre al carcere.
Sarebbe veramente triste cosa se ciò non avvenisse, visto che vedrebbe infangato il corpo stesso di Polizia, e verrebbe meno la fiducia che noi cittadini continuiamo a riporre nelle forze dell'ordine che tutti i giorni con sforzi e sacrifici tutelano l'ordine pubblico.



[ Leggi notizia ] ( 1603 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 3 / 1052 )
Disillusioni. (Parte Prima) 
Ciò che sta emergendo in questi giorni circa la gestione del G8 del 2001 lascia davvero perplessi, per non dire sconcertati.
Di come fossero andate parzialmente le cose, si seppe quasi subito, una città in mano ad un gruppo poco numeroso, se rapportato alle migliaia di persone che invece manifestavano pacificamente, che mise letteralmente a soqquadro la città di Genova.
Con devastazione di negozi, vetrine, macchine, cassonetti dell'immondizia, un paesaggio da far-west, che dava l'impressione dell'improvvisa latitanza delle forze dell'ordine. Intere zone della città lasciati in balia di debosciati che ovunque passavano lasciavano solo danni e distruzione. E non si pensi che sia una visione esagerata. In quel periodo ero spessissimo a Genova, non in quei giorni, per fortuna, e potei vedere il prima ed il tragico dopo!
Dall'altra parte, un uso esagerato della forza, forse sicuramente sconfinato (ci sarà dato saperlo dopo le varie sentenze), in atti di prevaricazione ed inutile violenza.
Ma si intervenne solo in alcuni contesti purtroppo. Non si seppe intervenire, invece laddove era necessario, con la necessaria forza, per impedire gli atti di distruzione accaduti.
Ci vennero dette invece molte cose, come la necessita di intervenire presso i locali della scuola Diaz, in modo di sicuro esagerato ed inutile.
Addirittura inquinando l'indagine con l'inserimento di prove ad arte, quali le molotov fatte rinvenire nei locali della scuola, ed invece chiaramente portate da funzionari di polizia come ho potuto constare proprio ieri sera nei filmati mandati in onda durante la trasmissione televisiva Matrix di Mentana su Canale5.
Ma stiamo scherzando?
Ma in che razza di paese viviamo?
Si sono nascoste incompetenza, cattiva gestione del territorio, mancanze ed omissioni, addirittura imponendo con un'azione di forza, l'immagine di un ristabilirsi di un regime di legalità, chiaramente naufragato in quei giorni!
La mia reazione subitanea, nei giorni del G8, fu d'immediata solidarietà con le forze dell'ordine, ben sapendo dei danni che erano stati provocati dai disordini, conoscendo persone che a Genova lavoravano od abitavano ed a tutta una serie di paure, problemi e disagi a cui avevano dovuto sottostare.
Ben presto con il passare dei giorni, mi resi conto che le cose non erano tanto limpide quanto in un primo momento potevano essere sembrate...
I fatti accaduti alla scuola Diaz, i fatti ancora più gravi, secondo me, verificatisi presso la caserma di Bolzaneto, sconfinati a quanto sembra, in singoli episodi di crudeltà gratuita, sconfinati a volte nella tortura fisica e psicologica...
Fatti che hanno visto tutte le persone indagate ed arrestate coinvolte poi rilasciate.
Azioni di forza che a quanto pare sono servite solo ad uso d'immagine.
Avevo la radicata convinzione, in maniera a quanto pare illusoria, che simile cose nel nostro paese non potessero assoluttisamente verificarsi, e che accadimenti del genere fossero circostanze applicabili solo ad alcuni paesi e periodi storici.
A quanto pare mi sbagliavo. E molto.
Di sicuro fatti del genere non devono essere imputabili alle forze dell'ordine in quanto tali.
Di sicuro ad essere coinvolti risulterà, saranno solo alcuni gruppi.
Ma che di questi gruppi facciano parte addirittura alti funzionari è intollerabile.
Che un singolo individuo possa sbagliare od eccedere è accettabile e normale.
Ma che siano un'insieme di responsabili e dirigenti non deve assolutamente essere accettato.
E se poi fosse vero, come sembrerebbe dalle prove a carico, che addirittura l'ex capo della polizia De Gennaro, abbia cercato di "pilotare" la cosa, inducendo anche a falsa testimonianza, forse sarebbe proprio il caso che ci fermassimo tutti quanti a riflettere.
E l'estromissione permanente dalle cariche di stato che così risulterebbero infangate ed insultate sarebbe davvero il minimo.
Tutto questo lascia davvero frustrati e disillusi.


[ Leggi notizia ] ( 1607 letture )   |  permalink  |  $star_image$star_image$star_image$star_image$star_image ( 2.9 / 1032 )

<<Prima <Indietro | 1 | 2 | 3 | Altre notizie> Ultima>>